Logo Header Desktop - Farmacia Rossetti Sas Logo Header Tablet - Farmacia Rossetti Sas Logo Header Mobile - Farmacia Rossetti Sas
Prodotti
Linee
Russi? Prenditi a cuore, scopri come dormi

Russi? Prenditi a cuore, scopri come dormi

Il 45% degli adulti sani russa di tanto in tanto, mentre il 25% russa abitualmente. Questo può essere un campanello di allarme per una vera e propria sindrome, le apnee notturne, e non dovrebbe essere preso alla leggera.

Non tutti sanno ma il russamento può essere sintomo di un problema più grave, noto come sindrome delle apnee ostruttive del sonno ( OSAS )

Chi soffre di apnea può avere da 30 a 300 ostruzioni e conseguenti microrisvegli per notte. Il risultato è un ciclo del sonno alterato con ingenti ripercussioni sulla salute e sulla qualità  di vita.
Per questo la sindrome delle apnee notturne è a tutti gli effetti ascrivibile ai fattori di rischio cardiovascolari emergenti!
Chi russa, nonostante trascorra un tempo sufficiente a letto, non si riposa e può essere cronicamente afflitto da cefalee ricorrenti, da spossatezza e/o colpi di sonno.

Il risultato è uno stato di affaticamento quotidiano che si può ripercuotere sul rendimento al lavoro, sulla condotta di guida o sull'uso dei macchinari.

Cos'è l'apnea notturna?

L'apnea è I'interruzione del respiro per un periodo di almeno 9 secondi. Per rientrare nella sindrome è stato calcolato che siano necessari almeno 10 episodi per notte di tali anomalie.
Il russamento, quando si associa ad apnee, comporta, a causa del tentativo di sbloccare l'ostruzione, un aumento dell' attività  muscolare ed in particolare del diaframma.

Durante l'apnea vi è un ridotto flusso di ossigeno ed un contemporaneo aumento dell'anidride carbonica. Questo comporta un riflesso che determina la chiusura dei vasi arteriosi non ossigenati, con un aumento della pressione di circa il 25%.

A livello cerebrale si hanno microrisvegli o risvegli con affanno che determinano sonnolenza diurna, deficit della memoria, irritabilità  e colpi di sonno.

Valuta il tuo sonno con lo sleep monitor

Il nostro sonno è di qualità, ci svegliamo riposati o durante il giorno abbiamo cali dell'attenzione e mal di testa?
Oggi per avere questa risposta basta effettuare un esame non invasivo per una prima valutazione del sonno. Attraverso un dispositivo, delle dimensioni di un orologio da polso, che, indicando pulsazioni, saturazione e frequenza, evidenzierà  se durante il tuo sonno si manifestano apnee notturne.
Se l'incidenza del fenomeno delle apnee sarà  significativa, il paziente si recherà  poi in centri specialistici che potranno fare una diagnosi più accurata.

Russi? Prenditi a cuore, scopri come dormi

Come funziona lo sleep monitor?

La sera, prima di addormentarti, basterà  indossare al polso il dispositivo, posizionare il saturimetro al dito indice ed inserire la piccola cannula nelle vie nasali.
Al risveglio, toglierai il dispositivo e lo riporterai dal tuo specialista.
In pochi giorni il team di esperti del sonno Active Action rilascerà il referto e tu potrai andare a ritirarlo.
Questo esame permette di verificare quante apnee si sono manifestate e verificare se si è a rischio OSAS. Se I'incidenza del fenomeno delle apnee sarà  significativa consigliamo al paziente di
recarsi poi in centri specialistici che potranno fare una diagnosi più accurata con la
polisonnografia.

Fattori di rischio

Sesso

Il sesso maschile ha un'incidenza doppia di apnee rispetto a quello femminile.

Età

Il fenomeno colpisce soprattutto persone oltre i 40 anni, a causa di un rilassamento muscolare.
Tuttavia anche i bambini, soprattutto se in sovrappeso e se hanno le tonsille ingrossate, possono soffrire di apnea notturna.

Sovrappeso

Studi hanno dimostrato un rapporto di 1:5 tra apnea e peso. Ciò significa che un aumento del peso corporeo del 10% aumenta 5 volte il rischio di avere apnee.

Cattive Abitudni

Il fumo, il consumo continuativo di pasti abbondanti e ricchi di grassi e l'abuso di alcolici
possono favorire i meccanismi alla base delle ostruzioni respiratorie, causa primaria di
questa malattia.

Anatomia

Se le vie aeree del naso, della gola o della bocca sono piccole, il rischio di soffrire di
apnea nel sonno è più elevato. Anche una scorretta apposizione delle arcate dentarie può essere alla base di questa sindrome.

Farmacia Rossetti Sas - P.IVA 11993721007 - Cod.Fisc. 11993721007
Via Maremmana Inferiore 300 - 00012 - Guidonia Montecelio (RM)
Registrata presso il Registro delle Imprese di Roma: RM - 1342581